LogoLogo

Comune di Pavia, Provincia di Pavia, Lombardia

L'antica Ticinum, situata nel sud-ovest della Lombardia a 35 km da Milano, nei pressi della confluenza del Ticino con il Po, è capoluogo di una fertile provincia dedicata essenzialmente all'agricoltura, con produzione di vino, riso, cereali, latticini.
Provincia di Pavia

Pavia ha dato i natali a grandi personaggi della cultura, quali Gerolamo Cardano, Tranquillo Cremona, e Carlo Dossi, e vanta una rinomata, antica Università.

Mappa di Pavia

Le Regioni Italiane

Follow us on Facebook:

Strutture ricettive in Pavia

Luoghi d'interesse

  • La Certosa di Pavia, il più famoso monumento, fondata nel 1396
  • Chiesa romanica San Pietro del XII secolo (vi è sepolto Sant'Agostino ).
  • Il grande e fortificato Castello Visconteo (XIV-XV secoli), che ospita i Musei Civici;
  • Il Museo tecnico-scientifico di Geologia e Paleontologia, e quello di Mineralogia, Via Abbiategrasso 209;

La storia

Già esistente in epoca pre-romana, Ticinum Papiae fu importante avamposto militare sotto l'Impero Romano. Qui, nel 476 d.C., Odoacre depose l'ultimo imperatore d'Occidente Romolo Augustolo, evento che è universalmente considerato la fine dell'Impero Romano d'Occidente. Dopo la conquista longobarda, Pavia divenne la capitale del regno. Nel 773 Carlo Magno, dopo la vittoriosa battaglia di Pavia, ne fece la capitale del suo Regnum Italicum, regno vassallo del Sacro Romano Impero.

Nel XII secolo Pavia acquisì lo status di comune autonomo e nella divisione politica tra Guelfi e Ghibellini fu tradizionalmente ghibellina. Nel secolo successivo resistette a lungo all'egemonia milanese fino al 1359, allorché passò sotto i Visconti. Nel 1361 venne fondata in luogo della vecchia scuola di diritto l'Università, che attrasse studenti provenienti da molti paesi.

La battaglia di Pavia del 1525, con la sconfitta di Francesco I re di Francia, diede agli spagnoli l'occasione di occupare il territorio fino al 1713, quando il dominio passò agli Austriaci. Dal 1796 al 1815 sotto l'orbita francese, tornò poi sotto gli austriaci fino alla Seconda Guerra di Indipendenza (1859) e l'unificazione d'Italia.

Link suggeriti

In breve

Area: 62 km² -- Altitudine: 77 m s.l.m. -- Popolazione: circa 70mila abitanti -- Densità: 1100 abitanti per km² -- Codice Avviamento Postale: 27100 -- Prefisso telefonico: 0382 -- Santo Patrono: San Siro celebrato il 9 dicembre -- Frazioni e Località: Albertario, Ca' della Terra, Cantone Tre Miglia, Cassinino, Cittadella, Fossarmato, Mirabello, Montebellino, Pantaleona, Prado, Villalunga