LogoLogo

Comune di Bergamo, Provincia di Bergamo, Lombardia

Capoluogo provinciale, Bergamo occupa un ampio territorio delimitato da sette colli e diviso in due parti: Bergamo Bassa e Bergamo Alta, che comprende il centro storico medievale, ed è tutt'oggi ancora completamente cincondata da mura.
fare clic per ingrandire la mappa

In Italia sono solo 4 le città capoluogo di provincia ancora cincondate dalle mura originali: Lucca, Grosseto, Ferrara e Bergamo.

Strutture ricettive in Bergamo

Luoghi d'interesse

  • Musei nella Città di Bergamo
  • il Teatro Donizetti, che ospita la stagione lirica cittadina - (sito web).
  • Le Mura di Bergamo, la cui originaria costruzione risale ai tempi dell'Impero Romano. Nel 1428, quando la Repubblica di Venezia occupò la città, le mura erano in rovina. Nel secolo successivo il Senato Veneziano decise di far ricostruire le mura ed insieme ad esse il forte di San Marco, costruzioni che implicarono la demolizione di interi quartieri cittadini. Le imponenti mura, studiate per resistere all'artiglieria pesante e ai bombardamenti, non vennero mai utilizzate in eventi bellici. Nel XIX secolo venne realizzata lungo tutta la parte alta delle mura un percorso pedonale, che ancora oggi i cittadini utilizzano per rilassanti passeggiate serali.

    Un curioso incidente avvenuto nel 1973, allorché un bambino sparì vicino Porta San Giacomo cadendo in una caverna, svelò l'esistenza di un passaggio nascosto. Un gruppo speleologico locale, "le Nottole", salvò il bambino scoprendo allo stesso tempo un intero mondo sotterraneo di tunnel e cunicoli, che nel XVI secolo servivano come passaggio segreto per i soldati, ma ancor prima anche acquedotto Romano e cisterna che raccoglieva le acque della fonte del Lantro. Le esplorazioni continuano tutt'ora, incoraggiate anche dalla leggenda che narra della presenza di un caveau nascosto dei Veneziani, che riponevano qui tutti i loro più grandi tesori.

La storia

La città romana fu distrutta da Attila nel V secolo. Tra il 1264 ed il 1428 era governata da Milano, per poi passare sotto il controllo Veneziano fino al 1797. Durante il Risorgimento la città contribuì alla spedizione di Garibaldi con un grande numero di volontari e venne perciç soprannominata "Città dei Mille".

In breve

Area: 39 km² -- Altitudine: 249 m s.l.m. -- Popolazione: circa 117,000 abitanti -- Densità: 2,955 abitanti per km² -- Codice Avviamento Postale: 24100 -- Prefisso telefonico: 035 -- Santo Patrono: Sant'Alessandro di Bergamo celebrato il 26 agosto e Santa Grata celebrata il 12 maggio

Cultura

Bergamo è una città di grande rilievo per la storia della Musica. La grande chiesa Romanica del XIII secolo, Santra Maria Maggiore, ha alle spalle una documentata tradizione di insegnamento di musica e canto durata oltre ottocento anni. Dal momento in cui la città fu sotto il controllo veneziano, lo stile musicale dei veneziani influenzò molto tutto il panorama musicale bergamasco e compositori come Gasparo Alberti dettero inizio alla produzione policorale. Eminenti musicisti nacquero a Bergamo quali Gaetano Donizetti, Pietro Locatelli e Antonio Lolli. Alessandro Grandi fu il Maestro di Cappella finchè non venne colpito dalla peste, nel 1630,cedendo il posto Tarquinio Merula, tra i creatori del componimento musicale noto come sonata.

Link suggeriti