LogoLogo

Comune di Napoli, Provincia di Napoli, Campania

Maggiore città dell'Italia meridionale e capoluogo regionale della Campania, con circa 1 milione di abitanti nel centro urbano e un'area metropolitana di 3 milioni di abitanti, si trova a metà strada tra il Vesuvio e l'altra zona vulcanica dei Campi Flegrei.
fare clic per ingrandire la mappa
Ricca di monumenti storici ed artistici, di tradizioni gastronomiche - Napoli è patria della pizza e del caffè espresso - e culturali, quali il dialetto - vera e propria lingua in realtà - che ha prodotto opere letterarie e canzoni famose in tutto il mondo. Il porto è tra i più importanti in Italia per flusso turistico, ed è collegato a Cagliari, Genova e Palermo, nonché alle isole di Capri, Ischia e Procida. Dal porto di Napoli nei secoli passati sono partiti per il Nuovo Mondo milioni di italiani, esportando le tradizioni e cultura della città nelle tante Little Italy di Stati Uniti, Brasile, Canada, Australia.

Le Regioni Italiane

Follow us on Facebook:

Luoghi d'interesse

  • Musei nella città di Napoli
  • Il centro storico di Napoli, incluso tra is siti Unesco patrimonio dell'Umanità (vedi la scheda)
  • la Villa Comunale (Parco reale nei secoli passati) che si estende sul lungomare nell'elegante quartiere occidentale della città, vi si trova un Acquario che è forse il più antico d'Europa;
  • tra le molte fortificazioni erette a difesa della città, restano oggi sei castelli, di cui cinque nel centro storico - il Maschio Angioino o Castel Nuovo, Castel Capuano, Castel Sant'Elmo, Castel dell'Ovo e Caserma Garibaldi, e il Castello di Nisida su un isolotto delle isole Flegree;
  • nel mese di dicembre, ma anche in altri momenti dell'anno, Via San Gregorio Armeno con le botteghe degli artigiani che realizzano le statuette del celebre presepe napoletano;
  • il complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore, con sale affrescate, chiostro, criptoportico - visita il sito;
  • il Teatro di San Carlo, il più antico teatro lirico attiva in Europa, inaugurato il 4 novembre 1737 - visita il sito;
  • i sotterranei di Napoli, che mostrano la città attraverso la stratificazione nel corso dei millenni, partendo da antiche cisterne greco-romane ricavate nella tenera roccia tufacea sulla quale è costruita la città, chilometri di tunnel e grandi catacombe;
  • le isole di Procida, Capri e Ischia collegate da veloci traghetti;
  • Sorrento e la Costiera Amalfitana a sud di Napoli, raggiungibili con treno o via mare;
  • le rovine di Pompei ed Ercolano, distrutte dalla storica eruzione del 79 d.C.

La storia

La città fu probabilmente fondata dagli abitanti della colonia greca di Cuma, intorno all'VIII secolo a.C., a pochi chilometri dalla più antica città di Partenope, e per tal motivo fu chiamata Neapolis (che significa "città nuova" in greco).

A Napoli, nel Castel dell'Ovo, fu imprigionato Romolo Augustulo, ultimo imperatore dell'Impero Romano d'Occidente, dopo essere stato deposto dai Goti nel 476. Nel sesto secolo fu conquistata dai Bizantini, nel corso della campagna di Giustiniano I di ricreare l'Impero Romano, e nel 1039 fu uno degli ultimi ducati a cadere nelle mani dei Normanni, che fondarono il Regno di Sicilia.

Federico II Hohenstaufen vi fondò un'università nel 1224. Nel 1266 Papa Clemente IV assegnò Napoli e il regno di Sicilia a Carlo d'Angiò, il quale ne spostò la capitale da Palermo a Napoli. Nel 1284 il regno fu diviso in due parti, con un re aragonese a capo della Sicilia e un re angioino sulla parte continentale; anche se entrambi i regni ufficialmente si chiamavano Regno di Sicilia, la parte meridionale della penisola italiana cominciò ad essere comunemente indicata come Regno di Napoli.

I due regni vennero unificati sotto la dominazione spagnola dal 1501 al 1715, poi per un breve periodo Napoli fu austriaca fino al 1734, allorché la corona passò a ll'illuminato sovrano Carlo di Borbone (in seguito Carlo III di Spagna) che divenne re delle Due Sicilie. Nel gennaio 1799, una rivoluzione giacobina sostenuta dai francesi diede vita ad una breve repubblica che nel giugno dello stesso anno venne sostituita da una monarchia napoleonica. Nel 1816 il Congresso di Vienna ricostituì il Regno delle Due Sicilie, che infine nel 1860 fu conquistato da Garibaldi e consegnato al re di Sardegna.

Il 7 aprile 1906 ci fu un'eruzione del Vesuvio, che devastò Boscotrecase e danneggiò gravemente Ottaviano. Nel 1944 avvenne anche una spettacolare, devastante eruzione, le cui immagini sono state utilizzate nel film La guerra dei mondi.

In breve

Area: km² -- Altitudine: m s.l.m. -- Popolazione: circa 1 milione di abitanti nel 2007 -- Densità: 8565 abitanti per km² -- Coordinate: 40°50'N - 14°15'E -- Codice Avviamento Postale: 80100, ma vedasi lo stradario alfabetico di Napoli -- Prefisso telefonico: 081 -- Santo Patrono: San Gennaro, celebrato il 19 settembre, e 51 compatroni -- Frazioni e Località: la città è dal 2005 divisa in 10 municipalità che comprendono i 31 quartieri storici: Municipalità I: Chiaia, Posillipo e San Ferdinando; II, Avvocata, Montecalvario, Pendino, Porto, Mercato e San Giuseppe; III, Stella e San Carlo all'Arena; IV, San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale, Zona Industriale; V, Vomero, Arenella; VI, Ponticelli, Barra, San Giovanni a Teduccio; VII, Miano, Secondigliano, San Pietro a Patierno; VIII, Piscinola, Scampìa, Chiaiano, Marianella; IX, Soccavo, Pianura; X, Bagnoli, Fuorigrotta.

Link suggeriti

Strutture ricettive in Napoli