LogoLogo

Aumentare il traffico web

Esistono strategie semplicissime per permettere al vostro sito di incrementare il vostro ROI (l'indicatore "Return on investment", che permette di valutare la redditività del capitale):
  1. Pagina predefinita - Impostate come pagina predefinita su tutti i computer nella vostra sede il vostro sito web, i visitatori regolari riceveranno una buona impressione e "memorizzeranno" il vostro sito per utilizzarlo nel passaparola, e voi stessi e il vostro staff avrete spesso idee su come aggiornare e migliorare le pagine;
  2. I meta tags - Scoprite quali strategie portano traffico alle strutture ricettive nella vostra città o regione. Provate a fare una ricerca su Google (ad esempio "hotel + nome vostra località") e studiate i risultati nella prima pagina. Aprite i siti web nei risultati uno per volta; dopo il caricamento della pagina, fate clic col tasto destro in uno spazio libero e selezionate dal menu a tendina "sorgente pagina" oppure "html" a seconda del browser. Potrete visualizzare il codice e in alto nella pagina cercare i tag "title", <meta name =" keywords> e <meta name =" description>. Lì troverete le parole importanti che hanno permesso ai motori di ricerca di fornire quel sito come risultato alla vostra query. Copiatele su un vostro file di riferimento.
    Ripetete la procedura per i siti successivi sulla lista dei risultati nella prima pagina e inizierete a vedere un modello che potrà guidarvi utilmente nel migliorare il vostro rank nei SERP. Costruite quindi una lista di 20 parole chiave / frasi, e utilizzatele 2-3 volte nella pagina del vostro sito, dando enfasi a parole chiave diverse su pagine diverse.
    Il <title> ad esempio è il testo cliccabile che appare nei motori di ricerca, per questo deve essere ben scritto, indicativo e possibilmente breve, perche gli utenti decideranno se fare clic sul link in base a ciò che si visualizza sullo schermo.
  3. Le statistiche - Esaminate periodicamente, per esempio ogni settimana, le statistiche del vostro sito. Ovunque sia ospitato, il vostro servizio di hosting vi avrà fornito un link alle statistiche, che includeranno il numero di visitatori unici, le pagine visualizzate, le pagine di entrata e quelle di uscita. Potrete eventualmente registrarvi per un servizio statistiche esterno, quale quello di Google Analytics, che sarà molto utile nel caso decidiate di utilizzare Adwords, il sistema di Google di pubblicità sul web.
  4. Il bounce back - Le statistiche vi forniranno indici importanti come il "bounce back" (letteralmente "rimbalzo"), che vi diranno quale percentuale di visitatori è andata via dal sito nello spazio di qualche secondo. Ovviamente non potremo sapere perché, ma statisticamente vedremo quale pagina ha il bounce back più alto (cioè peggiore) e nel caso migliorarla. Una percentuale di bounce back è fisiologica, ma se si concentra in qualche parte del sito è molto probabile che quella parte sia inadeguata, ad esempio troppo "pesante di immagini" quindi carica lentamente.
  5. I referer - Le statistiche vi forniranno anche una lista di "referer", cioè siti che vi hanno mandato il visitatore tramite un "inbound link" (link in entrata). Alcuni di questi siti potrebbero essere siti malevoli o pieni di spam, e questo a lungo andare penalizzerà il vostro sito. Cosa fare in questo caso? La soluzione migliore, ma un po' tecnica, è di bloccare l'accesso ai visitatori che vengono da un sito indesiderato nel file htaccess situato nella root (directory principale) del sito. Tuttavia potreste non avere accesso a questo file, a seconda del servizio di hosting.

Altri articoli sul Marketing Turistico