LogoLogo

Regione Piemonte: province, comuni, luoghi d'interesse

Situata all'estremità nord-occidentale d'Italia a confine con Francia e Svizzera, la regione piemontese è circondata da un anfiteatro alpino che include alcune delle cime più alte d'Europa, come il Gran Paradiso e il Monte Rosa, mentre a sud-est si sviluppano le colline coperte da pregiati vigneti delle Langhe e Monferrato, e nelle vicinanze del Po le pianure ricche di risaie.
Provincia di Cuneo Provincia di Torino Provincia del Verbano-Cusio-Ossola Provincia di Vercelli Provincia di Biella Provincia di Asti Provincia di Alessandria Provincia di Novara
Province del Piemonte

Il Territorio

È terra di lunga e gloriosa storia, che realizzò il sogno dell'unità d'Italia, con la sua antica capitale oggi centro dell'industria automobilistica italiana e avanzato polo tecnologico, ma una terra i cui abitanti, dal proverbiale carattere laborioso, cocciuto, burbero e tenero al tempo stesso, sono rimasti fedeli alle antiche tradizioni.

Le Province

Le province piemontesi sono otto: Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, con capoluogo regionale a Torino.

Le Regioni Italiane

Follow us on Facebook:

La storia

Abitato in antichità da Celti e Liguri, il Piemonte fu occupato dai Romani nel 220 a.C. Alla caduta dell'Impero Romano seguirono secoli oscuri di devastazione ad opera di varie popolazioni barbariche, fino ad una relativa pacificazione sotto i Longobardi, i quali istituirono i Ducati di Novara, Ivrea, Asti, Tortona e Torino. Con l'avvento dei Franchi alla fine dell'VIII secolo d.C. venne introdotto il feudalesimo e costruiti molti monasteri e chiese sul percorso della Via Francigena, che da Parigi portava fino a Roma. nell'XI secolo, come nel resto d'Italia, cominciarono a sorgere le autonomie comunali, e tra i primi Comuni liberi ci furono Asti, Chieri, Ivrea, Novara, Torino, Tortona, Cuneo, Mondovì, Vercelli, Alba, Savigliano.

Nella seconda metà del XIII secolo i Comuni si schierarono con Carlo d'Angiò, e il dominio angioino si protrasse per tutto il secolo successivo, allorchè la potente dinastia milanese dei Visconti comingiò ad estendere la propria influenza su molti centri della regione, mentre dalla Francia meridionale cominciava anche l'ascesa dei Savoia. Infine nel 1559 dopo la guerra franco-spagnola il Trattato di Cateau-Cambrésis assegnò parte del Piemonte al Duca Emanuele Filiberto e al Marchese del Monferrato, lasciando sotto la Francia le città di Saluzzo, Torino, Chieri, Pinerolo, Chivasso ed Asti e alla Spagna la città di Vercelli.

Nel corso del XVIII secolo, mentre le grandi monarchie europee erano impegnate in una serie di Guerre di Successione, i Savoia, che nel 1720 avevano ottenuto anche la Sardegna, riuscirono ad unificare la regione. Nel corso dell'Ottocento il Piemonte fu fertile terreno per le idee risorgimentali, grazie alla presenza di sovrani illuminati e soprattutto di Camillo Benso Conte di Cavour, che tessendo un'abile rete di alleanze riuscì a coagulare e infine realizzare l'idea dell'unità nazionale sotto il proprio sovrano.

Le città e luoghi d'interesse

Ovunque in Piemonte si incontrano castelli, fortezze e dimore storiche, in cima alle alture, al centro delle città, nel mezzo di verdi riserve, e le città tutte vantano testimonianze architettoniche di un glorioso passato: Torino, che oltra alla Fiat vanta un Museo Egizio secondo solo al Cairo, Ivrea con la sua antica cattedrale, Cuneo, esaltata da Giosuè Carducci come "possente e paziente", le terme di Acqui, Asti, città natale di Vittorio Alfieri, con i suoi sontuosi palazzi; Alessandria che resisté all'assedio del Barbarossa, i santuari della Via Francigena, i giardini fioriti lungo il Lago Maggiore.

Economia

La gran parte della popolazione vive nelle zone di pianura intorno a Torino, Novara e Vercelli, ove sorgono le maggiori industrie meccaniche ed automobilistiche. Grazie alla ricchezza idrografica, l'agricoltura intensiva è molto sviluppata e redditizia, soprattutto con le coltivazioni di riso, vite, mais, patate, e prodotti pregiati come il tartufo bianco. Il turismo è particolarmente sviluppato nelle aree alpine, ove sorgono numerose località sciistiche, come Bardonecchia, Sestriere, Pinerolo, Pragelato, Sauze d'Oulx, che assieme a Torino hanno ospitato i Giochi Olimpici Invernali nel 2006.

In breve

Area: km² -- Popolazione: circa 4,3 milioni di abitanti nel 2007 -- Densità: 172 abitanti per km² -- Comuni: 1206

Siti UNESCO Patrimonio dell'Umanità

  • Residenze della Casa Reale di Savoia (vedi la scheda UNESCO)
  • Sette dei Sacri Monti di Piemonte e Lombardia (vedi la scheda UNESCO): Nuova Gerusalemme di Varallo Sesia (Vercelli), Santa Maria Assunta di Serralunga di Crea (Alessandria), Sacro Monte di San Francesco d’Orta San Giulio (Novara), Sacro Monte della Beata Vergine di Oropa (Biella), Sacro Monte della SS.Trinità di Ghiffa (Verbano-Cusio-Ossola), Sacro Monte Calvario di Domodossola (Verbano-Cusio-Ossola), Sacro Monte di Belmonte a Valperga Canavese (Torino)

Siti UNESCO Riserve della Biosfera

Link suggeriti