LogoLogo

Comune di Genova, Provincia di Genova, Liguria

Capoluogo provinciale e regionale, è tra i principali porti turistici italiani, il maggior porto commerciale d'Italia e il secondo del Mediterraneo dopo Marsiglia.

Città di grande storia e cultura, antica repubblica marinara e luogo natale di Cristoforo Colombo, dell'ammiraglio Andrea Doria, di Niccolò Paganini e di Giuseppe Mazzini.

Le Regioni Italiane

Follow us on Facebook:

In breve

Area: 243 km² -- Altitudine: 19 m s.l.m. -- Popolazione: circa 600mila abitanti -- Densità: 2.512 abitanti per km² -- Codice Avviamento Postale: 16100 -- Prefisso telefonico: 010 -- Santo Patrono: San Giovanni Battista celebrato il 24 giugno -- Sito istituzionale: Comune di Genova
[ Vedi la mappa ]

Suddivisione amministrativa

Il Comune è diviso in nove municipi, ciascuno suddiviso in frazioni o quartieri:
  • I - Centro Est: Carigniano, Castelletto, Lagaccio, Maddalena, Manin, Molo, Oregina, Prè, San Nicola, San Vincenzo;
  • II - Centro Ovest: Angeli, Belvedere, Campasso, Sampierdarena, San Bartolomeo, San Gaetano, San Teodoro;
  • II - Bassa Val Bisagno: Feregiano, Forte Quezzi (Biscione), Marassi, Quezzi, San Fruttuoso, Sant'Agata;
  • IV - Media Val Bisagno: Doria (Struppa), Molassana, Montesignano, Parenzo (Staglieno), Prato (Struppa), San Pantaleo (Staglieno), Sant'Eusebio;
  • V - Valpolcevera: Begato, Bolzaneto, Borzoli Est, Certosa, Morengo, Pontedecimo, Rivarolo, San Quirico, Teglia;
  • VI - Medio Ponente: Borzoli Ovest, Calcinara, Campi, Cornigliano, San Giovanni Battista, Sestri;
  • VII - Ponente: Ca' Nuova, Castelliccio, Crevari, Multedo, Palmaro, Pegli, Pra', Voltri;
  • VIII - Medio Levante : Albaro, Brignole, Chiappeto, Foce, Lido, Puggia, San Giuliano, San Martino;
  • IX - Levante : Apparizione, Bavari, Borgoratti, Castagna, Quartara, Quarto, Quinto, Nervi, San Desiderio, Sturla

La storia

Fondata dagli antichi Liguri, in base a ritrovamenti archeologici sembra fosse un porto utilizzato anche dai Greci. Rimasta fedele a Roma durante la Seconda Guerra Punica, nel 209 a.C. venne distrutta dai Cartaginesi, ma fu ricostruita dai Romani che le concessero il rango di municipium e la utilizzarono come base militare durante le campagne contro le genti della Gallia Cisalpina. Il suo porto tuttavia perse importanza a favore di Vada Sabatia, presso l'attuale Savona.

In epoca medioevale divenne una delle quattro Repubbliche Marinare italiane (con Venezia, Pisa ed Amalfi), acerrima rivale della Serenissima, contro la quale combattè una serie di guerre a partire dal 1253, l'ultima delle quali si concluse con l'Assedio di Chioggia, durante il quale i genovesi, primi in Italia e probabilmente anche in Europa, utilizzarono l'artiglieria.

Nel corso della sua storia la Repubblica di Genova occupò buona parte della Liguria ed anche zone del Piemonte, oltre ad avere anche colonie nell'Egeo e Mar Nero, in Sicilia ed Africa Settentrionale, Sardegna e Corsica. Importanti famiglie genovesi come i Doria ebbero per secoli il controllo completo del Mar Tirreno. Nell'era napoleonica la Repubblica si mantenne neutrale ma non riuscì a conservare la propria indipendenza, e nel 1805 venne occupata e annessa all'Impero Francese. Successivamente fu occupata dalla marina inglese e nel Congresso di Vienna del 1815 le potenze europee ne decretarono l'annessione al Regno di Sardegna.

Siti UNESCO Patrimonio dell'Umanità

  • Le Strade Nuove e il sistema dei Palazzi dei Rolli (vedi la scheda UNESCO); realizzato agli inizi del secolo XVI, allorché la Repubblica era al culmine del suo splendore, è il primo esempio europeo di progetto urbano unitario associato ad un sistema di edilizia residenziale emanato da un'autorità pubblica, vale a dire il Senato di Genova, che lo approvò nel 1576. L'area include un insieme di palazzi rinascimentali e barocchi, un sistema viario noto come le Strade Nuove e i Palazzi dei Rolli con la loro grande varietà di soluzioni adeguate alle particolari organizzazioni commerciali che ospitava.

Luoghi d'interesse

  • >>Musei nel Comune di Genova
  • la Lanterna, antico faro e quasi emblema della città, visibile da tutto il territorio;
  • il Parco Urbano delle Mura, polmone verde di Genova, ricco di monumenti, aree di ristoro, campi giochi e itinerari di trekking;
  • la Cattedrale di San Lorenzo, che ospita il meraviglioso Tesoro, ricca raccolta di oggetti di ogni tempo e luogo;
  • la Chiesa di San Matteo, eretta nel 1125, con la particolarissima facciata a bande bianche e nere ed uno stupendo mosaico sul portale, che ospita il sepolcro di Andrea Doria;
  • Chiesa della SS. Annunziata, con maestosa facciata neoclassica e pregevoli interni barocchi;
  • la chiesa di Santa Maria Assunta sulla collina di Carignano, con il tipico profilo dei due campanili gemelli e pianta a croce greca;
  • Palazzo Doria, antica dimora patrizia, attualmente sede dell'amministrazione provinciale;
  • il Palazzo Ducale, residenza ufficiale del Doge ai tempi della Repubblica Marinara
  • Via Garibaldi, una tra le più belle strade d'Italia, con Palazzo Bianco, sede di un'importante Galleria d'Arte, e Palazzo Rosso, antica dimora delle famiglie Brignole e Durazzo, riccamente affrescato e sede museale;
  • la casa natale di Cristoforo Colombo, trasformata in Casa Museo
  • l'Acquario, che rappresenta la maggiore varietà di ecosistemi in Europa (visita il sito, (visita il sito)
  • la città dei bambini, parco tematico e centro educativo di gioco, scienza e tecnologia , (visita il sito)
  • Il Cimitero di Staglieno, ricco di statue e cappelle nei più diversi stili, inaugurato nel 1851, occupa un estensione di 18mila mq ed include sezioni inglese, protestante ed ebraica, con i sepolcri di molti personaggi famosi, come Giuseppe Mazzini, Gilberto Govi e Rina Gaioni Govi, Nino Bixio, Fabrizio De Andrè, Stefano Canzio, Ferruccio Parri. Per il suo ambiente suggestivo è stato descritto da Ernest Hemingway come "una delle meraviglie mondiali" e da Mark Twain nell'opera "The Innocents Abroad" (1867).